Ipnosi Regressiva

L’ipnosi regressiva alle vite precedenti rappresenta un efficace strumento di conoscenza del Sé.

È un metodo che permette di intraprendere un percorso di crescita personale e spirituale.

Eventi traumatici e situazioni tragiche del passato, vissute dalla nostra coscienza in altre esistenze, possono determinare una forte interazione con la nostra vita attuale. Essa, infatti, è legata da un sottile filo che, se percorso a ritroso, ci permette di “comprendere” una determinata situazione.

Venire in contatto con una persona, situazione, evento del passato, determina la creazione di un legame, di una relazione destinata a durare per sempre.

Molte volte non riusciamo a vivere la nostra vita con serenità poiché ci sentiamo attratti da qualcosa di “inspiegabile” che ci tiene legati al passato. Con l’ipnosi regressiva e con un lavoro mirato di Coaching si può ampliare la consapevolezza sui fatti del passato e lasciarli andare. Comprendere ci permette di spezzare quel filo che ci tiene ancora legati a quella memoria e poter finalmente vivere la nostra vita. Fino a quando non ripuliamo questa memoria essa ci influenzerà pesantemente con la possibilità di avere ricadute sul piano fisico, mentale e spirituale.

Il termine ipnosi deriva dal greco “hypnos”, sonno.  I non addetti ai lavori associano l’ipnosi ad uno stato di sonno e di totale mancanza di autocontrollo. L’ipnosi regressiva alle vite precedenti non ha nulla a che fare con l’ipnosi da palcoscenico che siamo abituati a vedere negli show televisivi.

Come dice Brian Weiss, l’ipnosi è uno stato semplice e naturale di concentrazione rilassata.


È paragonabile alle esperienze che facciamo in diverse occasioni della nostra vita quotidiana in maniera del tutto inconsapevole. È come vivere un sogno ad occhi aperti, come quando si osservano le nuvole passare sopra la nostra testa, oppure durante la lettura di un libro particolarmente interessante in cui ci “perdiamo” attraverso le pagine. Non sentiamo più alcun suono esterno poiché siamo completamente immersi nella nostra lettura.

Un fenomeno simile avviene anche quando siamo assorti nella guida della nostra auto e, senza rendercene conto, ci ritroviamo a casa.

Le trance spontanee rappresentano dunque delle interruzioni del flusso ordinario della coscienza che permettono al sistema mente-corpo di lavorare in maniera naturale.

L’ipnosi, pertanto, non è perdita di controllo o di coscienza, non è sonno, non è amnesia al termine dell’esperienza vissuta, non permette di dire o fare cose che non si vogliono fare, non altera i valori ed il codice etico di una persona, non rappresenta controllo da parte dell’ipnologo.

Il cliente è invece il protagonista indiscusso della seduta di ipnosi regressiva alle vite precedenti, ha la facoltà, se lo desidera, di uscire dallo stato ipnotico in ogni momento.


L’ipnologo funge esclusivamente da Coach in grado di guidare e sostenere il cliente attraverso delle tecniche che portino lo stesso cliente in uno stato di concentrazione rilassata permettendogli l’accesso anche ad informazioni riguardanti altre vite, altre esistenze.

Il nostro inconscio funge quindi da porta in grado di connetterci all’esperienza passata archiviata dalla nostra coscienza.

Durante una seduta di ipnosi regressiva alle vite precedenti non è possibile rivelare segreti o fatti se non si vuole. Una persona sotto ipnosi è capace di mentire o di non rispondere ad una precisa domanda formulata dall’ipnologo, se non lo desidera, non può in nessun modo essere indotto a compiere gesti o azioni che non vuole compiere. Come detto, è lui il protagonista principale di questo meraviglioso viaggio a ritroso nel tempo.

Funziona solo se vi è il consenso e la collaborazione del cliente o meglio la collaborazione della sua parte inconscia.

L’ipnosi regressiva alle vite precedenti rappresenta uno strumento pratico per poter accedere ad informazioni legate ad altre esistenze. Il metodo permette di recuperare delle memorie del passato di cui non si ha consapevolezza, per attuare una comprensione profonda di eventi, fatti, e situazioni che stiamo vivendo nella nostra vita attuale.

L’ipnosi consente di intraprendere un vero e proprio percorso di crescita personale attraverso la trasformazione e l’evoluzione della nostra Coscienza. Comprendere un evento del passato, vissuto in altre vite, in altre esistenze, ci consente di affrontare meglio la nostra vita, di superare un ostacolo o una situazione particolarmente importante che stiamo vivendo. In oltre 14 anni di lavoro come Coach, mi sono accorto che, tantissime volte, i fatti o gli eventi sui quali lavorare per raggiungere un determinato obiettivo con i clienti, non appartenevano alla vita che stavano vivendo, ma appartenevano a fatti, eventi, persone, della loro famiglia e del loro albero genealogico (come, per esempio, emerge nei lavori di costellazioni familiari).

Tantissime altre volte tali fatti appartengono, invece, a vite precedenti e ad altre esistenze vissute in tempi remoti in corpi diversi.

Una seduta di ipnosi regressiva alle vite precedenti è in grado di promuovere un naturale miglioramento personale che ci può portare a vivere la nostra vita attuale in maniera più intensa, più vicina al nostro Progetto Animico.

Con Progetto Animico intendiamo quella missione per la quale la nostra Anima si è reincarnata in questa vita, con questa famiglia, in questo paese.

Brian Weiss paragona la nostra permanenza sulla Terra ad una lezione che dobbiamo imparare: se andiamo a scuola e studiamo, dice, possiamo passare alla classe successiva, se mariniamo la scuola, dovremo ripetere l’anno.

L’ipnosi regressiva ci permette di comprendere un fatto del passato, di lasciarlo andare attraverso una nuova consapevolezza ed integrazione che affiora durante la sessione, migliorando il rapporto con noi stessi e con gli altri. Attraverso questo strumento possiamo lasciar andare paure irrazionali, difficoltà di scelta, credenze limitanti, abitudini o comportamenti errati e disfunzionali. Possiamo migliorare i nostri rapporti, la nostra situazione lavorativa o finanziaria bloccata, migliorare un nostro comportamento. La seduta ci permette, inoltre, di comprendere alcuni tratti del nostro carattere, le nostre peculiarità, le nostre inclinazioni o preferenze personali, i nostri talenti.

Anche se non si crede nella reincarnazione è possibile comunque beneficiare delle informazioni presenti nella nostra parte inconscia, ma se si crede nella reincarnazione, l’esplorazione di una vita passata consente di imparare importanti lezioni, promuovendo un naturale processo di crescita spirituale e personale.

Prima di poter fissare un appuntamento è necessario che il cliente compili diversi documenti il primo dei quali è rappresentato dal modulo di adesione alla seduta. Questo modulo riporta le regole e le norme che disciplinano una consulenza professionale. Nel modulo il cliente dovrà dichiarare se soffre di qualche patologia e se si assumono dei farmaci, oltre a sottoscrivere tutte le informazioni indicate al suo interno.

Oltre al modulo di adesione alla sessione, esistono dei questionari di valutazione e selezione che devono essere accuratamente compilati dal cliente e valutati attentamente dall’ipnologo. Solo dopo attenta analisi dei questionari e valutazione degli stessi, l’ipnologo può decidere di fissare in studio la sessione di ipnosi regressiva alle vite precedenti.

L’ipnologo deve valutare attentamente ogni singola richiesta al fine di non utilizzare l’ipnosi nei casi di clienti che presentano patologie mentali o assumono determinati farmaci. In questi casi la sessione di ipnosi regressiva può essere svolta esclusivamente da medici e da nessun’altra figura operante nelle relazioni di aiuto.

La sessione ha una durata di circa un’ora e mezza e comincia con un breve colloquio all’interno del quale si spiega in cosa consisterà la seduta e si approfondiscono gli obiettivi del cliente.

Si inizia con le tecniche di rilassamento a guidare il cliente verso uno stato di tranquillità e serenità. Si arriva gradualmente alla pre-trance e poi si giunge allo stato di trance vero e proprio.

Si rivive la vita precedente che serve vedere in quel momento al fine di apprendere una lezione utile per la vita attuale. Non scegliamo noi quale vita rivivere ma è la saggezza della nostra Anima a guidarci in modo sicuro. Riviviamo generalmente solo ciò che siamo capaci di affrontare, esiste un sistema di protezione interno che ci tutela.

La sessione è sicura e rappresenta un momento molto importante per il cliente che ha la possibilità di rivivere una vita precedente, apprenderne il messaggio e lasciarla poi andare. Dobbiamo infatti ricordare che il passato è passato, e una volta appresa la lezione dobbiamo lasciarlo andare, noi viviamo nel presente e la nostra vita deve sempre svolgersi nel qui e ora.

Alla fine dell’esperienza di regressione si fa ritorno al presente, in maniera graduale e non traumatica, fino al completo contatto con la realtà. Si esce pertanto dallo stato di trance e si è in grado, generalmente, di ricordare quanto vissuto sotto ipnosi.

La seduta potrebbe essere unica o la prima di una serie di incontri. Questo lo si stabilisce in base al lavoro che il cliente vuole fare e soprattutto in base a quanto emerge dall’esperienza.

Avvertenze

Si differenzia per metodologia e finalità dall’ipnosi classica in quanto lo stato di trance è utilizzato esclusivamente come induzione e non come terapia. Le sedute di ipnosi regressiva alle vite precedenti, infatti, non hanno e non possono avere nessuna finalità clinica, diagnostica o terapeutica, ma vengono utilizzate, dall’ipnologo abilitato, esclusivamente ai fini della crescita personale e spirituale del cliente.

Il Coach alle vite precedenti (ipnologo certificato) non può sostituirsi a medici o psicologi ma utilizza la trance come induzione al fine di promuovere il processo di trasformazione, evoluzione e di crescita personale e spirituale del cliente, attraverso memorie che appartengono a vite passate.

Quando utilizzarla

Quando sentiamo che delle memorie lontane sono ancora attive non permettendoci di vivere la nostra vita

Quali benefici si ottengono

Possiamo finalmente comprendere e lasciare definitivamente andare un evento del passato con enormi benefici sul benessere della persona

I nostri servizi

SESSIONE SINGOLA

_

1 ora 15 in studio
  • 10 minuti di introduzione del cliente
  • 1 ora di lavoro con l’ipnosi regressiva
  • 5 minuti di revisione finale e consigliati pratici
RINASCITA

_

1 sessione al mese per 9 mesi
  • Colloquio iniziale
  • 9 sessioni da 1 ora e 15
  • Revisione finale
  • Copia del libro “Bagaglio a mano per altre vite”
SEMINARIO VITE PRECEDENTI

_

1 giornata
  • Corso teorico pratico
  • Esercizi corporei e con gli oggetti
  • Meditazioni
  • Attestato di partecipazione